Ciclo delle Potnie - Gabriella Capodiferro

Gabriella Capodiferro
Vai ai contenuti
HOME           INDIETRO
(clicca sulle miniature per ingrandire)
Il culto della Potnia (signora in greco) è diffuso in tutto il mondo antico, rappresenta una concezione e raffigurazione arcaica di tutte le donne, la donna madre, la donna guerriera, la donna dominatrice. Il primo a scrivere della Potnia fu Omero nell’Iliade (libro XXI v. 470) nella descrizione di Artemide e successivamente la stessa terminologia fu impiegata per descrivere molte divinità femminili.
La Potnia viene chiamata anche Grande Dea, Grande Madre, Dea Madre, Dea, Madre Terra.
È creatrice di tutto ciò che esiste, simboleggia il femminile assoluto, dispensatrice di vita, si “autogenera” e rimane vergine. Controlla le potenti forze della natura, elementi quali Terra (animali selvatici), aria (uccelli), acqua (pesci).

ultimo aggiornamento: 7 giugno  2022
per contatti:   mgc.capodiferro@alice.it
Torna ai contenuti